Piazza Ferrari

«Questo è il monumento della Vittoria, andavamo a vederlo tutti i giorni... e io me lo sognavo anche la notte», racconta la voce fuori campo di Titta, il “doppio” di Fellini in Amarcord. In realtà il monumento di Piazza Ferrari è intitolato "ai caduti", ma i particolari anatomici che turbavano il protagonista del film di Fellini sono riprodotti con straordinaria veridicità.

(foto Giulia Ripalti)