Con Gérald Morin sulle tracce di Federico Fellini: 40 esperti internazionali di archivi filmici alla scoperta della Rimini felliniana

Lunedì 27 giugno si è tenuto a Rimini un tour alla scoperta dei luoghi Felliniani promosso da Apt Servizi Emilia Romagna in collaborazione con la Cineteca del Comune di Rimini.
04/07/2016

L’iniziativa ha visto presenti 40 aderenti alla Federazione internazionale degli archivi filmografici (FIAF) e una guida d’eccezione, il produttore Gérald Morin, segretario privato e assistente del regista riminese nei tre capolavori degli anni Settanta (“Roma”, “Amarcord” e “Il Casanova”), fondatore della “Fondation Fellini pour le Cinéma” di Sion (Svizzera) e autore del documentario “Sulle tracce di Fellini”.

L’iniziativa - evento collaterale del Congresso annuale FIAF in corso a Bologna – ha visto una delegazione composta da 40 persone fra direttori, curatori e responsabili delle principali istituzioni mondiali nel campo della conservazione e della valorizzazione del patrimonio filmico, muoversi tra i reperti monumentali ed i simboli di quella memoria riminese che Fellini ha continuamente rappresentato nei suoi film, in particolare in “Amarcord”.

Il tour ha previsto soste al cantiere del cinema Fulgor e al Museo della città, dove è esposto il “Libro dei sogni” e ha toccato diversi luoghi identitari della città: dal Borgo San Giuliano alla Rocca Malatestiana, alla palata del porto canale, dal Teatro Galli al ponte di Tiberio fino al Grand Hotel, ancora oggi il simbolo di una città di provincia (con storiche radici) che da sempre ha coltivato una vocazione internazionale.

Foto di Riccardo Gallini